Torino che legge - Attività 2018

BIBLIOTOUR IN PIEMONTE, lunedì 16 aprile ore 15, Biblioteca di Scienze Letterarie e Filologiche – Università degli Studi di Torino. Nel cuore di Vanchiglia alla scoperta di un vecchio opificio trasformato in biblioteca  innovativa, per la tutela del patrimonio antico con uno sguardo al futuro. In collaborazione con BiblioTour Piemonte, visita guidata gratuita per minimo 15 massimo 25 partecipanti prenotando entro gli 8 giorni precedenti tramite il sito: www.turismotorino.org

 

LUCI E OMBRE DI HENRY FORD… IN PUBBLICO DOMINIO, lunedì 16 aprile 2018, ore 17,30. In occasione dell’entrata in Pubblico Dominio degli scritti di Henry Ford, la Biblioteca di Economia e Management  - Università degli Studi di Torino (Corso unione Sovietica 218 bis, Torino) con la collaborazione del Progetto Bibliotecario Urbano sul Pubblico dominio (Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Biblioteche civiche torinesi e Fondazione Teatro Nuovo e Liceo Germana Erba) presenta l'evento Luci e ombre di Henry Ford.

Henry Ford è ricordato come uno dei più grandi imprenditori della storia. Seguace del pensiero taylorista e inventore della catena di montaggio, introdusse nel mercato americano la prima automobile prodotta su larga scala, il celebre Modello T. Noto per l’amicizia con Thomas Edison, Ford fu personaggio non privo di lati oscuri, testimoniati in particolare da uno spiccato antisemitismo e da un duraturo rapporto con Adolf Hitler. Sono trascorsi 70 anni dalla morte di Henry Ford e l’entrata dei suoi scritti in pubblico dominio  – tra cui il poco noto L'ebreo internazionale: un problema del mondo – ci offre lo spunto per riflettere sulla sua figura, complessa, contraddittoria e difficile da decifrare. Chi era Henry Ford? E’ possibile “classificare” la sua visione imprenditoriale? Come consideravano Henry Ford intellettuali del calibro di Gramsci e Gobetti? Quali legami è possibile ricostruire tra Detroit e Torino? Esiste un fordismo in architettura? E soprattutto Henry Ford può ancora insegnarci qualcosa?

Dialogano sulla figura di Henry Ford e sulla sua eredità spirituale e manageriale: Davide Canavesio, imprenditore ed economista e Marco Revelli, sociologo e politologo. Modera la conversazione Diego Robotti, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica per il Piemonte e la Valle d'Aosta.

Con le incursioni teatrali a cura dei giovani attori della Fondazione Teatro Nuovo  - Liceo Germana Erba e l’omaggio musicale del trio Catchers in the Rye (Marco Berruti al sax, Lorenzo Maschio al basso e Roberto Musso alle percussioni) che eseguirà dal vivo una scelta di brani in pubblico dominio.

Inoltre per l'occasione è stata effettuta la digitalizzazione completa del testamento spirituale di Henry Ford, La mia vita e la mia opera,  consultabile e scaricabile liberamente.

La partecipazione all'evento è libera. 

 

DISPLASIA FIBROSA OSSEA: LETTURA A PIU' VOCI DI UNA MALATTIA RARA,  martedì 17 aprile, ore 17.00 – 19.00, Biblioteca Federata di Medicina – Università degli Studi di Torino. La lettura biomedica e quella esperienziale dei pazienti, attraverso la testimonianza diretta e l’analisi dei contenuti del blog dell’associazione EAMAS, corredate da un’analisi antropologica dei contenuti e dei linguaggi. Con Ester e Valter Dal Pos, Roberto Lala, Enrico Nivolo. 

 

VIRGINIA WOLF: UNA STANZA TUTTA PER SE', martedì 17 aprile, ore 21.30 Comala –  ex Caserma Lamarmora (c.so Ferrucci 65/a). Percorso di lettura performativa tra testo e teatro, in pubblico dominio. I giovani attori del Liceo Germana Erba presentano una libera rielaborazione drammaturgica del saggio di Virginia Woolf, manifesto sulla condizione femminile dalle origini ai giorni nostri, in cui la stanza si fa simbolo della libertà di essere sé stesse. A cura del Progetto bibliotecario urbano sul Pubblico Dominio (Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Biblioteche civiche torinesi e Fondazione Teatro Nuovo e Liceo Germana Erba); in collaborazione con Associazione Comala e Border Radio. La partecipazione all'evento è libera. 

 

LEGGERE JUNG, mercoledì 18 aprile, ore 17.30, Biblioteca di Psicologia “F. Kiesow” – Università degli Studi di Torino. Una lettura a più voci di pagine scelte dal Libro Rosso di C.G. Jung accompagnate dalla visione del film Prendimi l’anima di Roberto Faenza. A cura di Marianna Massimello, e di Giovanna Gay, Associazione Temenos, centro culturale junghiano.

 

BIBLIOTOUR PIEMONTE. Dalle Baruffe chiozzotte di Carlo Goldoni alla Terza Madre di Dario Argento, tra libri antichi e digitali, mercoledì 18 aprile ore 17.00 e 18.00, Biblioteca Storica di Ateneo Arturo Graf – Università degli Studi di Torino. Un viaggio nel tempo che unisce passato presente e futuro. Tra libri antichi e volumi digitali, il pubblico verrà accompagnato alla scoperta della Biblioteca del Rettorato e del suo cortile ricco di spunti sul fascino della lettura, mentre tra i corridoi delle sale storiche sono previste letture di brani. In collaborazione con BiblioTour Piemonte, visita guidata gratuita per minimo 15/massimo 25 partecipanti, prenotando entro gli 8 giorni precedenti sul sito: www.turismotorino.org

 

LA RESISTENZA ESISTENZIALE DI ETTY HILLESUM, giovedì 19 aprile, ore 17.30, Biblioteca di Chimica – Università degli Studi di Torino. Una giovane donna, ebrea olandese, nella bufera della persecuzione, scrive, riflette, e riconosce che la vita, nonostante tutto, è bella e va vissuta fino in fondo. Interviene Marcella Filippa, direttrice della Fondazione Vera Nocentini. Letture di Vesna Scepanovic. Accompagnamento musicale di Giulia Firpo, chitarra e voce e Cecile Delzant violino.

 

BIBLIOTOUR IN PIEMONTE, giovedì 19 aprile, ore 15.30, Biblioteca “Norberto Bobbio", Campus Luigi Einaudi - Università degli Studi di Torino. Visita guidata alla biblioteca. La Biblioteca "Norberto Bobbio" è la nuova avveniristica biblioteca del Campus Luigi Einaudi, progettato dall'architetto Norman Foster. La visita alla biblioteca ed ai suoi servizi avanzati includerà anche un percorso guidato alla mostra di libri antichi e rari organizzata dalla biblioteca in occasione dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

 

PUBLIC DOMAIN ovvero pubblicodominea-mente, sabato 21 aprile ore 12.00 e ore 19.00, trasmissione radiofonica a cura di Border Radio. Cosa succede a tutte le opere dell’ingegno prodotte dall’umanità nella sua storia? Chi ne è proprietario? Una trasmissione radio dedicata alla scoperta della letteratura e della musica in pubblico dominio, attraverso le voci e le parole recitate dai giovani attori della Fondazione Teatro Nuovo di Torino. Un evento organizzato dal Progetto bibliotecario urbano sul pubblico dominio (Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Biblioteche civiche torinesi e Fondazione Teatro Nuovo e Liceo Germana Erba), in collaborazione con Border Radio (La radio unicamente Creative Commons)